E’ Arrivato Mavericks!

Mavericks OS X - 2013

Mavericks OS X – (2013)

Il nuovo Sistema Operativo di Cupertino arriva gratis sui nostri Mac. Le novità sono tante ma non così appariscenti. Almeno a prima vista.
Diciamo subito le cose più interessanti. Chi viene da Lion troverà il sistema più scattante e soprattutto più stabile. Tutti i programmi precedentemente installati sono compatibili e, se possibile, funzionano più velocemente. Non mi addentrerò in particolari tecnici ma si nota al primo utilizzo una migliore risposta ai nostri comandi. La batteria dura leggermente di più, la memoria e la scheda grafica hanno una gestione migliore e lo noteremo soprattutto se ci divertiamo con foto e filmati.

Con Lion il mio MacBookPro i7 spesso andava in “trance” (senza motivi apparenti) e mi toccava spegnere forzatamente. Con Mavericks questo non si è più verificato (per ora), nemmeno con programmi abbastanza impegnativi per il processore e la scheda grafica. Trovo molto migliorata la ricerca e il nuovo Finder che porta alcune novità utili come i Tag e le schede. Due novità sono iBook e le Mappe. Quest’ultime molto utili e gradevoli soprattutto nella visione 3D. Migliorato il Calendario e tanti altri piccoli particolari che scopriremo con l’utilizzo.

Per il momento non ho riscontrato problemi (chi ne avesse, li segnali) – stiamo a vedere se Mavericks ci riserva brutte sorprese come purtroppo fu con Lion che, tra l’altro, era anche a pagamento. Buon download.

Annunci

Meglio Leopardo o Leone?

La cosa più vistosa che per prima salta agli occhi è la Galassia di Andromeda. Il nuovo Lion si presenta con uno sfondo diverso per farti capire che qualcosa è cambiato.
In realtà di grossi cambiamenti non ce ne sono se non consideriamo quelli puramente estetici.
Le funzionalità sono praticamente quelle di Snow Leopard con qualche abbellimento grafico e minuterie funzionali delle quali non se ne sentiva la mancanza.
Il caricamento è diventato leggermente più lento e si nota all’accensione del Mac che si presenta con una schermata stile “tessuto grigio” non modernissima a dire la verità e secondo me molto discutibile sul piano estetico, troppo seriosa.
Il tanto pubblicizzato Launch Pad non è altro che la replica dell’icona delle Applicazioni che adesso si possono visualizzare (le icone) sul desktop come normalmente le vediamo su Windows…
…pochi cambiamenti veri, il salvataggio delle applicazioni senza dover cliccare su Salva non è una gran trovata visto che l’autosave è sempre esistito.
Aumentati i gesti che possiamo fare sul trackpad, qualcuno comodo ma non fondamentale.
Il “rimbalzo” di Safari a fine scroll è un fatto puramente estetico di nessuna importanza così come il Mission Control che già usavamo con Spaces e non porta nessuna novità.
I diversi desktop a disposizione cliccando in alto a destra è una scopiazzata da Linux…e lasciamo perdere…
Un fatto grave mai accaduto prima: già per ben due volte si è presentata una schermata iniziale che dice in varie lingue che il sistema deve essere riavviato – apparentemente senza motivo – speriamo sia un malessere passeggero.
Si poteva “saltare” questo aggiornamento ? Mah, forse si.

Apps a volontà

Mentre Jobs festeggia gli utili in aumento, gli utenti di tutto il mondo sono in ansia spasmodica per scaricare finalmente il nuovo Leone che si imporrà sul nostro Mac.
Arriva a Luglio, ma quando? Siamo al ventesimo giorno di attesa e sull’App Store non c’è traccia di felini.
Sono ben lontani i giorni che il Mac serviva per lavorare, ora vogliamo aprire le Apps a tutto schermo e una sola applicazione per volta non ci basta, vogliamo aprirne dieci e se il monitor non basta a contenerle tutte possiamo aprire un altro spazio. Mission Control, per tenere a bada tutto quello che stai facendo sul tuo Mac, decine di finestre aperte, tutto sotto controllo. Pizzica, scrolla, allarga, restringi, tutto in punta di dita.
Grazie Steve! Come faremmo senza di te? Il grigio torpore dei vecchi OS sarà un ricordo del passato ma non farti prendere troppo la mano ché noi oltre a pizzicare il wireless mouse, dobbiamo lavorare e le Apps a tutto schermo che ci occorrono, saranno un paio e non di più.
Ti prego lasciaci la scelta, lavoriamo con il Mac e giochiamo con l’ iPad. 😉