Quante tacche hai?

Bond
Sarà che sono sempre stato un fan dell’agente segreto di Sua Maestà, il Signor Bond, ma dell’intera faccenda del Datagate mi ha più interessato la sorpresa di tutti che il fatto in se.
Il trentenne che ha sconvolto il mondo politico internazionale svelando i segreti dell’NSA e l’indignazione di interi governi, mi diverte.
E’ dai tempi degli antichi romani che si infiltrano spie negli eserciti nemici per controllarne mosse e intenzioni.
Veniamo da un lungo periodo di guerra fredda dove spiare era l’attività principale dei governi.
Chi, non ha mai sentito parlare della CIA, del Mossad, del KGB ? Si spiavano tutti. Amici, nemici, potenziali nemici e potenziali amici.
All’epoca Internet non c’era. La spia doveva lavorare sul campo e non da “casa” davanti a un computer. Gli agenti della CIA dovevano confondersi tra i bolscevichi nella Piazza Rossa e i comunisti giravano con magliette a fiori per le vie di Washington. Poi c’erano, gli amici dei comunisti e gli amici degli americani.
L’agente 007 è veramente esistito! Non combatteva la Spectre e forse non aveva tante belle donne ai suoi piedi ma di intrighi ne avrà visti tanti.

Oggi con Internet, smartphones e altri attrezzi che tracciano ogni nostro spostamento ci indigna la notizia che siamo tutti controllati. Non ci muoviamo più se non con il nostro smartphone ma ci scandalizza la notizia che gli americani spiavano e spiano personaggi politici di rilievo o interi governi, amici e nemici.
I nostri movimenti sono tracciabili in moltissimi modi, dalla semplice carta di credito al navigatore satellitare. E se il segnale è debole ci lamentiamo, ma ci lamentiamo anche quando installano antenne per la rete cellulare e il MUOS per le comunicazioni satellitari. E’ una contraddizione continua. Vorremmo che il cellulare prendesse anche in un bunker ma non ci sta bene quando ci piazzano un’antenna vicino casa.
Snowden ha sconvolto un po’ tutti per una cosa che tutti sapevano ma è meglio non parlarne. L’obiezione potrebbe essere, la tecnologia non deve mica essere usata per forza a danno di qualcuno. Certo che no.
Ma è difficile, come piazzare un barattolo di Nutella aperto davanti ad un bambino e pretendere che non lo tocchi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...