La rivolta del Pane

Mi torna in mente quella rivolta del pane descritta dal Manzoni. A Milano, nel 1628, l’assalto al forno delle grucce.
Quando si abusa troppo del popolo poi non ci si può meravigliare delle sue reazioni.
Il Ministro Cancellieri teme nuovi episodi di violenza e dice che “gli attacchi ad Equitalia sono attacchi contro lo Stato”.
Episodi di violenza sono sempre da condannare, su questo non si discute. Ma se è invece lo Stato che “attacca” il suo stesso popolo?
Equitalia non è che l’ultimo anello della catena, il braccio che deve esigere. Non ha colpe come non ha colpe l’Agenzia delle Entrate. Le Leggi, le norme e le modalità di riscossione sono dettate dalla politica. Il cerchio si chiude.
Si faccia politicamente qualcosa per evitare che la situazione precipiti. E’ ancora troppo viva, e lo sarà per sempre, quella terribile immagine di Aldo Moro.
Mettiamo da parte il pallottoliere, caro Governo, e iniziamo a fare qualcosa di tangibile per non far collassare l’Italia sulle restrizioni e abusi impossibili da sostenere. Si rivedano, intanto, le cifre accessorie che Equitalia deve imporre a chi paga le cartelle e si tenga presente che i veri evasori le cartelle di Equitalia non sanno nemmeno cosa sono.
Basta con le chiacchiere, la gente è veramente stanca. Tirare troppo la corda porta sempre a spiacevoli conseguenze. Sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...