Vetri puliti

Quando c’era il governo di centro sinistra in Italia c’erano ad ogni semaforo dei ragazzi che ti pulivano il vetro in cambio di qualche centesimo.
Mi son sempre chiesto se erano regolari o no. Avevano un permesso di soggiorno? E quello era il lavoro che gli italiani non volevano più fare?
Oggi c’è un governo di centro destra. La situazione è immutata. Ai semafori delle grandi città continuano ad esserci pakistani, africani, e qualche rom.
Sono sempre gli stessi. Hanno il permesso di soggiorno?
Sono regolari?
E quelli che sono approdati a Lampedusa a quale semaforo li mettiamo? Io continuo a sentire che costoro dovrebbero fare i lavori che gli italiani non vogliono più fare. E quali sarebbero questi lavori?
Per favore vorrei saperli.
Io continuo a vedere gente che lavora alla FIAT (operai), netturbini italiani (anche donne), autisti, camionisti, agricoltori e tanti altri mestieri non proprio “altolocati”.
Tutto il mio rispetto per i mestieri più umili ma continuo a vedere tanti italiani a farli.
Gli stranieri, extra-comunitari e rom (zingari è offensivo) continuano a delinquere, a parte una sparuta percentuale che riesce ad integrarsi.
Non mi venite a raccontare la storia dei pomodori. Quelli sono tutti clandestini pagati quattro soldi dalle organizzazioni criminali, nessuno ha uno straccio di contratto. Dove andranno i nuovi immigrati?
Sarkozy non li vuole e non ha paura di respingerli alla frontiera. Noi gli diamo il permessino e li facciamo circolare in libertà.
Sarà che in Francia i vetri delle autovetture sono tutti puliti e non hanno bisogno di personale addetto alla pulizia. Sicuramente è così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...