Arsenico a litri


L’aria è già un bel po’ che è irrespirabile, soprattutto in città e in prossimità di industrie e fabbriche che non rispettano nessun limite riguardo alle emissioni né tantomeno vengono controllate da chi dovrebbe vigilare sulla nostra salute.
O meglio, lo sappiamo tutti che spesso vengono superati i limiti imposti dalla legge e siccome sarebbe praticamente impossibile chiudere stabilimenti che danno lavoro a migliaia di operai o serrare le città al traffico per almeno dieci anni si ricorre ad un piccolo “trucchetto” si aumenta il limite, per legge.
Lo stesso problema lo stiamo avendo con l’acqua. In Italia 128 comuni (almeno) distribuiscono ai cittadini acqua potabile contenente arsenico in quantità superiore ai limiti di legge che è di 10 microgrammi al litro. In alcuni casi si supera il suddetto limite anche di tre, quattro volte.

L’Italia ha chiesto ai commissari europei di aumentare il limite di legge a 50 microgrammi per litro così da poter rientrare nella normalità. E’ come stabilire che per legge l’acqua del mare non è salata e può essere tranquillamente bevuta.
Fortunatamente l’Europa ci controlla e hanno comunque stabilito il limite a 20 microgrammi per litro, oltre il quale l’arsenico diventa altamente cancerogeno.
Sembra che il Lazio sia la regione più a rischio ma non mancano altre regioni sia al nord che al sud, che erogano acqua praticamente avvelenata.

Annunci

2 pensieri su “Arsenico a litri

  1. Una precisazione: non esiste il limite di 20 microgrammi litro per l’arsenico. Il limite, stabilito dalla Direttiva 98/83 della CE e dal decreto legislativo 31/2001 è chiaro: 10 microgrammi litro.

    Ad oggi (1 dicembre 2010) non risultano nuove deroghe entro i 20 dalla CE.
    I famosi 20 microgrammi sono stati concessi soltanto a 8 comuni.
    La CE afferma che d’ora in poi potrà concedere deroghe entro i 20 (ma è da fare la richiesta, ci è voluto 1 anno per la loro risposta). Nel frattempo vige i limiti di 10 microgrammi/litro altrimenti l’acqua va considerata non potabile.

    • Grazie per la precisazione. Spero che questi 8 comuni abbiano provveduto anche ad informare i propri cittadini che l’acqua erogata non è potabile ( o non dovrebbe esserlo).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...